Notizie Locali


SEZIONI
Catania 17°

Mondo

AstroLuca e la passeggiata spaziale da Guinness: è conto alla rovescia

Di Redazione |

ROMA – Parte il conto alla rovescia per le passeggiate spaziali da Guinness, nelle quali l’astronauta Luca Parmitano e il collega americano Andrew Morgan dovranno sostituire un elemento del cacciatore di antimateria installato all’esterno della Stazione Spaziale, non progettato in vista di una manutenzione nello spazio. Costruito ai tempi dello Space Shuttle, l’Ams-02(Alpha Magnetic Spectrometer) era stato pensato per essere revisionato a Terra, ma con la rapida uscita di scena dello shuttle le cose sono andate diversamente e adesso ad AstroLuca aspetta un compito che nessun uomo nello spazio ha mai affrontato.

L’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) dovrà infatti lavorare su uno strumento grande come una stanza, pesante 7 tonnellate e alto 5 metri, progettato senza punti di appoggio. Dai ‘maniglionì per la sicurezza degli astronauti agli strumenti di lavoro, qualsiasi oggetto utile per lavorare sull’Ams è stato progettato a Terra dai tecnici della Nasa negli ultimi tre anni, ossia da quando l’agenzia spaziale americana ha dato l’ok alla missione per la manutenzione dello strumento, risultato di un progetto internazionale coordinato dal Nobel Samuel Ting, del Cern, e nel quale l’Italia ha avuto un ruolo di primo piano grazie al fisico Roberto Battiston, dell’Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e dell’Università di Trento, e al contributo dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

Quella di venerdì 15 sarà la prima di una serie di almeno quattro attività extraveicolari (Eva); la possibilità di una quinta passeggiata spaziale dipenderà dal modo in cui andranno le precedenti. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati