Notizie Locali


SEZIONI
Catania 17°

IL CONFLITTO

Il comandante dell’incrociatore Moskva morto a bordo della nave: nessuna conferma sulla testata nucleare

Anton Kuprin è l'ufficiale che diede l'ordine di bombardare l’Isola dei Serpenti il primo giorno di guerra

Di Redazione |

Il comandante dell’incrociatore Moskva, Anton Kuprin, è morto durante l’esplosione e l’incendio a bordo della nave prima dell’affondamento. Lo riferisce il consigliere del ministro degli Affari interni ucraino Anton Gerashchenko citato da Nexta, il media bielorusso di opposizione che trasmette dalla Polonia. Il capitano Anton Kuprin diede l'ordine di bombardare l’Isola dei Serpenti il primo giorno di guerra. 

L’incrociatore missilistico russo Moskva, divorato dalle fiamme e che Kiev aveva rivendicato di aver colpito, «ha perso stabilità ed è affondato mentre veniva rimorchiato durante una tempesta». Ad ammetterlo ieri sera il ministero della Difesa russo, che ha spiegato che la nave «ha perso stabilità a causa del danno allo scafo». Danno, però, che viene attribuito da Mosca all’incendio seguito all’esplosione delle munizioni» trasportate a bordo.

Con il Moskva, si teme possa essere finita negli abissi anche una testata nucleare che, secondo voci non confermate, avrebbe fatto parte del suo arsenale. Comunque si tratta di un duro colpo per la flotta militare russa, come il Pentagono non ha mancato di rimarcare, pur ammettendo di non poter verificare in «modo indipendente» se l’incrociatore russo nel Mar Nero sia stato colpito da un missile dell’Ucraina. COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA