Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Bombardata la stazione di Kramatorsk, 39 morti e 100 feriti tra la folla che cercava di scappare

Giallo sulla scritta in russo sul missile: "Per i bambini". Scambio di accuse tra Mosca e Kiev sull'attacco

Di Redazione

Sono almeno 39, tra cui 4 bambini, le persone rimaste uccise nell’attacco missilistico russo all’hub ferroviario di Kramatorsk, in Ucraina orientale. Corpi di donne e uomini a terra davanti ai binari tra sangue, valigie, zaini, trolley. In mezzo i soccorritori che cercano di capire se ci sono persone ancora vive. Le immagini atroci dell’attacco che ha provocato circa 30 morti e oltre 100 feriti alla stazione ferroviaria di Kramatorsk sono in un video e nelle foto forniti dalle Forze armate ucraine e pubblicate online dall’Ukrainska Pravda. Nella stazione ferroviaria di Kramatorsk alle 10:30, quando è avvenuto l’attacco, c'erano 4mila persone. 

Pubblicità


 Il capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk Pavlo Kyrylenko ha scritto su Telegram che durante il bombardamento russo alla stazione c'erano migliaia di persone, poiché i residenti della regione di Donetsk vengono evacuati e portati verso regioni più sicure dell’Ucraina con i treni che partono da Kramatorsk. Sul missile  si legge la scritta, in russo, «per i bambini».

 


 Secondo Kyrylenko le forze russe hanno colpito la stazione con missili balistici Iskander: «I russi sapevano bene dove miravano e cosa volevano, seminare panico e paura, volevano colpire quante più persone pacifiche possibile».  

 

 

I frammenti del missile che appaiono in un video vicino alla stazione di Kramatorsk appartengono ad un vettore Tochka-U, «utilizzato solo dalle forze ucraine». Lo afferma il ministero della Difesa russo, respingendo le accuse delle autorità di Kiev di avere bombardato oggi la stazione della cittadina nel nord-est del Paese. Lo riferisce l’agenzia Interfax.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA