Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Brasile: giornalista scomparso in Amazzonia, Gb segue ricerche

Fermati 2 uomini. Governo Brasilia invia task-force polizia

Di Redazione

BRASILIA, 07 GIU - Il governo britannico ha riferito che "sta seguendo" le ricerche in Brasile del giornalista Dom Phillips, collaboratore del quotidiano Guardian, scomparso insieme all'esperto brasiliano di questioni indigene Bruno Araújo Pereira durante un viaggio in una regione amazzonica abitata da comunità indigene vessate da estrattori illegali di minerali preziosi, taglialegna e bracconieri. A questo proposito si apprende che la polizia federale brasiliana ha arrestato due uomini, soprannominati 'Churrasco' e 'Janeo', trasferendoli nel commissariato di Atalaia do Norte, nell'Amazzonia occidentale, dove sono stati interrogati, rende noto il quotidiano O Globo. "Stiamo accompagnando il caso della scomparsa del giornalista britannico Dom Phillips che era con l'indigenista Bruno Araújo Pereira in Amazzonia", ha riferito la notte scorsa l'incaricata d'affari dell'ambasciata britannica in Brasile, Melanie Hopkins. "Siamo in contatto con le autorità locali e offriamo supporto consolare alla famiglia (di Phillips). Spero che avremo presto buone notizie", ha concluso la diplomatica attraverso i social. Phillips e Pereira avevano iniziato un breve viaggio verso la città amazzonica di Atalaia do Norte, dove avrebbero dovuto arrivare alle 9 di domenica, secondo l'Unione delle popolazioni indigene della Vale do Javarí (Unijava) e l'Osservatorio dei diritti umani delle popolazioni indigene isolate e contattate di recente (Opi). La polizia federale, con il supporto della capitaneria fluviale della marina militare di Tabatinga, è stata inviata nella zona dopo un incontro svoltosi ieri tra il ministro della Giustizia, Anderson Torres, e il procuratore generale della Repubblica, Augusto Aras.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: