Notizie locali
Pubblicità

Mondo

C'è il rischio di una guerra nucleare? Ecco quante bombe atomiche hanno Usa e Russia

Il conflitto in Ucraina ha risvegliato il terrore della Guerra Fredda. Americani e russi hanno complessivamente quasi 12 mila testate

Di Redazione

Da quasi 40 anni lo spauracchio di una guerra nucleare sembrava ormai roba da libri di storia e di cronache del secolo scorso. Oggi invece un brivido è corso sulla schiena di tutti coloro che hanno ascoltato il presidnete russo Vladimir Putin minacciare i vicini: «Chiunque tenti di crearci ostacoli e interferire sappia che Mosca risponderà con conseguenze mai viste prima. Siamo preparati a tutto». Parole pronunciate all’alba del 24 febbraio per annunciare l’invasione dell’Ucraina. Tutti sanno che la Russia è, da erede dell’Unione Sovietica, una delle due maggiori potenze nucleari del mondo e negli ultimi mesi ha mostrato al mondo anche armi supermoderne in grado di viaggiare ad una velocità tale da rendere inoffensivi i sistemi di difesa occidentali.

Pubblicità

La Russia ha aderito sin dal 1970 al Trattato di non Proliferazione Nucleare con il quale i Paesi hanno iniziato a coordinare il loro impegno per ridurre i loro arsenali nucleari anche in piena Guerra Fredda nella consapevolezza che un conflitto nucleare non avrebbe avuto né vinti né vincitori. Celebre la frase attribuita alo scienziato Albert Einstein: “Non so come sarà combattuta la terza guerra mondiale, ma posso dirvi cosa useranno nella quarta: clave e pietre”. Usa e Russia nel 2010 hanno firmato un altro accordo che scade fra tre anni sugli armamenti nucleari, chiamato “New Start”, che stabilisce il limite di armi atomiche per le due superpotenze: 1.550. Solo che è un limite che esclude le testate montate su missili a corto raggio e le cosidette armi nucleari tattiche che sono quelle che sono progettate per essere utilizzate nel campo di battaglia e quindi non come deterrente.

Ecco perché gli arsenali di Usa e Russia sono di almeno tre volte più grandi. Secondo l’International Peace Research Institute (Sipri) di Stoccolma, Uniti e Russia hanno il 90% delle armi nucleari.

Gli Usa hanno 5.550 testate nucleari, 1.800 delle quali già collocate nei missili o stoccate in basi militari con forze operative e quindi di pronto utilizzo. La Russia ne ha 6.255 armi, di cui 1.625 di pronto utilizzo (compresi nei nuovi missili ipersonoci Kinzhal e Zirkon). Poi ci sono testate nei sottomarini, nei bombardieri e nei missili intercontinentali nelle basi dello sterminato territorio russo. Oltre a Usa e Russia hanno, ufficialmente, armi atomiche anche Regno Unito (215), Francia (300) e la Cina (280). Si tratta di Paesi che aderiscono al trattato di non proliferazione. Ma hanno testate nucleari anche Pakistan (150), India (140) e Corea del Nord (20) che non hanno firmato l’accordo. Si ritiene che anche Israele sia in possesso di armamenti nucleari, ma lo Stato ebraico non ha mai ammesso la circostanza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA