Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Cina, caso Ucraina diverso da Taiwan, Usa giocano col fuoco

'Chi paragona le due situazioni vuole trarre vantaggio dal caos'

Di Redazione

PECHINO, 07 APR - La Cina torna a ribadire agli Stati Uniti che Taiwan è un caso "fondamentalmente diverso" da quello dell'Ucraina, avvisando Washington di non giocare con il fuoco: lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian, agiungendo che la situazione nello Stretto di Taiwan sta andando verso "un nuovo ciclo di tensione". Zhao, nel briefing quotidiano, ha espresso i suoi commenti all'indomani delle dichiarazioni del segretario al Tesoro americano, Janet Yellen, che ha minacciato la Cina di sanzioni nel caso in cui si muovesse in maniera aggressiva contro Taiwan, così come è avvenuto alla Russia dopo l'aggressione dell'Ucraina. Una minaccia simile è arrivata dal vicesegretario di Stato, Wendy Sherman, che ha avvisato la Cina di non sostenere in alcun modo materiale il presidente russo, Vladimir Putin, nella sua azione militare contro l'Ucraina. Zhao ha definito "fondamentalmente diverse" le questioni dell'Ucraina e di Taiwan, che Pechino considera una "vicenda interna" dato che rivendica l'isola come una parte "inalienabile" del suo territorio destinata alla "riunificazione" anche con l'uso della forza, se necessario. Chi paragona Taiwan all'Ucraina, ha concluso Zhao, vuole "confondere l'opinione pubblica e trarre vantaggio dal caos. Questo vuol dire giocare col fuoco e chi gioca col fuoco finirà inevitabilmente per scottarsi".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA