Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Con rialzo dei casi Israele valuta una possibile 5/a dose

Responsabile lotta virus, timori per una nuova eventuale ondata

Di Redazione

TEL AVIV, 08 GIU - Israele sta valutando la possibilità di somministrare una quinta dose di vaccino, soprattutto per le persone anziane e quelle a rischio. Lo ha detto il responsabile della lotta al virus Salman Zarka a fronte di una nuova risalita delle infezioni nel Paese. E per questo il premier Naftali Bennett ha in programma per oggi una riunione con i responsabili della sanità. Il problema, a quanto sembra, è la ridotta difesa a distanza dall'ultima vaccinazione o dalla infezione. "Sfortunatamente stiamo iniziando - ha spiegato Zarka, secondo quanto riportato dai media - una nuova ondata di coronavirus della variante BA.5. Per questo consideriamo un quinto vaccino". Secondo i dati, nelle ultime 24 ore il numero dei casi è salito a 4.585 dai 3.731 dei giorni precedenti: il maggiore dallo scorso 25 aprile. Il Fattore Rt si colloca a 1.19 e sono in salita anche i casi gravi. Già d'ora per le fasce di popolazione a rischio è stata suggerita la reintroduzione delle mascherine al chiuso che non è tuttavia più obbligatoria.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA