Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Covid: Gb agì in modo illegale trasferendo pazienti in case cura

Corte dà ragione a parenti di anziani morti per virus nel 2020

Di Redazione

LONDRA, 27 APR - L'Alta corte di Londra ha definito illegale la decisione presa dal governo britannico a inizio pandemia di dimettere dagli ospedali alcuni pazienti senza averli sottoposti a un tampone per il Covid e trasferirli in case di cura, dove migliaia di anziani sono morti a causa del coronavirus. Le rassicurazioni delle autorità sanitarie fatte nel 2020 di creare in Inghilterra un "anello protettitivo" intorno ai soggetti più vulnerabili sono state del tutto disattese. La corte ha dato così ragione a Cathy Gardner e Fay Harris i cui padri ultraottantenni sono morti dopo essersi infettati all'interno delle strutture sanitarie. E' emerso un quadro di malasanità e pessima assistenza, in cui non venivano fatti i test per valutare la positività al coronavirus a quanti erano nelle case di cura, troppo spesso "abbandonati" a se stessi. Nella sentenza si legge che le politiche contenute nelle circolari pubblicate a marzo e all'inizio di aprile 2020 erano illegali perché non hanno tenuto conto del rischio per i residenti anziani e vulnerabili derivanti dalla trasmissione non sintomatica del virus. In merito il premier Boris Johnson ha rinnovato le sue scuse per tutti quelli che hanno perso la vita durante la pandemia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: