Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Dopo le polemiche l'Ue ritira le linee guida sul Natale che abrogavano gli auguri

Di Redazione

«L'iniziativa delle linee guida aveva lo scopo di illustrare la diversità della cultura europea e di mostrare la natura inclusiva della Commissione. Tuttavia, la versione pubblicata delle linee guida non è funzionale a questo scopo. Non è un documento maturo e non va incontro ai nostri standard qualitativi. Quindi lo ritiro e lavoreremo ancora su questo documento». Lo ha dichiarato questa mattina la commissaria Ue all’Uguaglianza Helena Dalli, supervisor delle indicazioni per la comunicazione esterna e interna dell’Ue che, in queste ore, hanno sollevato diverse polemiche, a partire dai riferimenti al Natale: meglio «buone feste» che «buon Natale» consiglia il documento.

Pubblicità

L’Unione Europea, nel documento interno per la comunicazione delle istituzioni comunitarie, tracciava una sorta di nuovo decalogo linguistico nel segno del rispetto della diversità. Il documento di una trentina di pagine ha un titolo inequivocabile: "Union of Equality". «Ognuno in Ue ha il diritto di essere trattato in maniera eguale» senza riferimenti di «genere, etnia, razza, religione, disabilità e orientamento sessuale», si legge nell’introduzione del documento, diffuso dalla commissaria Ue all’Uguaglianza Helena Dalli. «Le parole e le immagini che usiamo nella nostra comunicazione quotidiana trasmettono un messaggio su chi siamo e chi non siamo», è la tesi delle linee guida che però sono state criticare da più parti, non solo in Italia.

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA