Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Guerra Ucraina: schizzano i prezzi delle materie prime alimentari, ma anche di gas e alluminio

Di Redazione

 La guerra in Ucraina fa balzare i prezzi sui mercati mondiali delle materie prime alimentari che erano già su alti livelli a causa di una serie di fattori. In particolare il grano, di cui l’Ucraina è un forte paese esportatore, sale di oltre il 5% e si temono così conseguenze a catena sui prezzi dei prodotti di base quale pane e pasta. Crescita anche per il mais e l’olio di palma.

Pubblicità

S'impenna il prezzo del gas sul mercato di Amsterdam, benchmark del metano per l’Europa continentale. Dopo l’attacco russo all’Ucraina, i future sono saliti fino a un massimo del 41%, a 125 euro al megawattora, in quello che si preannuncia il quarto giorno consecutivo di rialzi.

Balzo poi del prezzo dell’alluminio sul mercato di Londra dopo l’attacco russo a Kiev. Le quotazioni hanno superato il picco del 2008 e si sono avvicinate alla soglia di 3.400 dollari a tonnellata arrivando a 3.388 dollari. In rialzo anche l’argento sopra i 25 dollari l’oncia (+2%) e il platino a 1.105 dollari (+1%). 

La guerra in Ucraina mette le ali anche al prezzo del petrolio. Il Brent sfonda quota 100 dollari e ora scambia a 102 dollari con un rialzo del 5%. Il Wti del Texas passa di mano a 96,7 (+4,6%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA