Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Il nuovo governo portoghese rispetta la parità di genere

Su 17 ministri dell'esecutivo del premier Costa, 9 sono donne

Di Redazione

LISBONA, 24 MAR - Il nuovo governo del primo ministro portoghese Antonio Costa rispetta la parità di genere in modo preciso. Sui diciassette ministri appena nominati, nove sono donne. Se si considera anche il primo ministro, esattamente la metà dell'esecutivo è rappresentato da donne. Tra queste Helena Carreiras, prima donna a guidare il ministero della Difesa e Mariana Vieira da Silva, nominata ministra della Presidenza, ovvero di fatto la nuova vice di Costa. Come notano i principali quotidiani portoghesi, questo terzo governo di Costa è uno dei meno numerosi nella storia della democrazia portoghese, con un numero di ministri e segretari di stato ridotto del 20% rispetto al governo uscente. Dei ministri in carica fino ad ora ne restano solo sei. Tra le novità, l'ex sindaco di Lisbona, Fernando Medina, nominato nuovo Ministro delle Finanze. A capo del ministero per l'Economia e il Mare c'è invece Antonio Costa Silva che a fronte della crisi provocata dalla pandemia ha difeso più presenza dello stato nell'economia. Costa ha presentato i nomi al presidente Marcelo Rebelo de Sousa due mesi dopo le elezioni, a causa di ritardi dovuti a irregolarità emerse nel conteggio dei voti dei portoghesi emigrati in altri paesi europei.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA