Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Le foto dell'orrore compongono il ritratto di Putin

L'autore è un fotografo bielorusso: "Il male in questa immagine"

Di Redazione

Il ritratto più originale e drammatico di Vladimir Putin è di un fotografo bielorusso, Pavlo Krychko, che ha utilizzato 1.500 screenshot e istantanee scattate durante i 57 giorni di guerra della Russia contro l'Ucraina. Immagini crude, spietate, che si fondono fino a formare i suoi lineamenti e diventano la materializzazione della barbarie di chi ha ordinato di bombardare i civili. Si vedono gli edifici in fiamme, le croci nei cortili di Bucha dove i morti sono stati sepolti in fretta, la fuga dall'ospedale pediatrico di Mariupol, i cadaveri abbandonati in strada dai russi. "L'orrore, il dolore, la sofferenza, la morte, i destini sconvolti, i crimini, la disumanità, il male sono tutti in questa immagine", ha scritto Krychko sul suo profilo Facebook, illustrando il senso della sua creazione. "Guardando tutte queste foto - ha aggiunto - faccio ancora fatica a capire le persone che supportano Putin".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: