Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Mo: Libano invita mediatore Usa a Beirut per negoziato su gas

Per la demarcazione della frontiera marittima tra i due Paesi

Di Redazione

(ANSAMed) - BEIRUT, 06 GIU - Il presidente della Repubblica libanese Michel Aoun ha formalmente inviato il mediatore statunitense Amos Hochstein a recarsi quanto prima a Beirut per discutere del negoziato con Israele per la demarcazione della frontiera marittima tra i due Paesi. Lo riferisce l'agenzia governativa libanese Nna, dopo che nel fine settimana Aoun e il premier libanese uscente Najib Miqati avevano protestato per l'avvio, da parte israeliana, dei preparativi per l'estrazione di gas naturale nel Mediterraneo orientale, tramite una piattaforma galleggiante giunta nella zona contesa nei giorni scorsi. I negoziati diretti tra Israele e Libano, mediati dagli Usa, sono cominciati nel 2020 ma le trattative, a distanza, erano iniziate nel 2010. Nel negoziato, la parte libanese si era prima detta disponibile a rivendicare la sovranità su una parte del territorio conteso, lasciando spazio per un raggiungimento possibile di un accordo. Ma successivamente lo stesso presidente Aoun ha presentato una richiesta definita "massimalista" e considerata inaccettabile da Israele. Il premier uscente libanese e lo stesso Aoun, stretto alleato del movimento sciita libanese Hezbollah, vicino all'Iran e rivale di Israele, avevano ieri definito una "provocazione" e un "atto ostile" la presenza dell'unità navale galleggiante a servizio del ministero dell'energia israeliano. (ANSAMed).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: