Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Nehammer, 'duro colloquio con Putin, ho usato parole chiare'

'Sanzioni più dare finché ucraini muoiono'

Di Redazione

ROMA, 11 APR - Il cancelliere austriaco Karl Nehammer ha detto che il suo colloqui a Mosca con Vladimir Putin "non è stato molto amichevole" e di aver riferito al suo interlocutore "che la guerra deve cessare, perché in guerra ci sono solo sconfitti da entrambe le parti", apprende la tv Orf dalla cancelleria. Il cancelliere ha anche ribadito che "le sanzioni resteranno in vigore" e saranno anche "ulteriormente inasprite finché in Ucraina le persone continueranno a morire". "Ora informerò nuovamente i nostri partner europei dei miei colloqui con il presidente russo e discuterò ulteriori passi", ha aggiunto Nehammer. Nehammer ha detto di aver parlato "con parole chiare" dei crimini di guerra commessi a Bucha e in altre città, sottolineando la "necessità di un'inchiesta internazionale" su questi fatti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA