Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Nove Onlus e Cicr per le persone disabili in Afghanistan.

Alberto Cairo continua al collaborazione con la Croce Rossa

Di Redazione

ROMA, 21 GIU - È stato firmato un accordo di collaborazione per un anno tra il Comitato Internazionale della Croce Rossa e Nove Onlus per la gestione del Programma di Inclusione Sociale, nell'ambito del Programma di Riabilitazione Fisica del Cicr in Afghanistan. L'accordo prevede che, a partire da giugno 2022, Nove gestirà il Programma di inclusione sociale del Cicr, mettendo a disposizione l'esperienza del suo partner Alberto Cairo, che ha guidato i programmi di riabilitazione fisica del Cicr in Afghanistan per oltre 30 anni e continuerà la sua collaborazione con il Cicr in questo nuovo ruolo. 'L'obiettivo comune di Cicr e Nove è rafforzare l'impegno a sostenere le persone con disabilità mentre l'Afghanistan è colpito da una delle peggiori catastrofi umanitarie al mondo', afferma Susanna Fioretti, presidente di Nove. Il programma si compone di due aree operative. Una è dedicata all'inclusione delle persone disabili attraverso attività sportive (basket in carrozzina e futsal), sostegno educativo con lezioni a domicilio, formazione professionale e prestiti di microcredito. La seconda è focalizzata sull'assistenza domiciliare per il trattamento delle lesioni del midollo spinale. 'Le persone con disabilità in Afghanistan sono tra le più vulnerabili e questo accordo con Nove garantirà il sostegno continuo a decine di migliaia di uomini, donne e bambini con servizi che cambiano la vita', dice Eloi Fillion, capo delegazione del Cicr in Afghanistan. La riabilitazione fisica delle persone con disabilità è solo il primo passo del loro reinserimento nella società e questo accordo continua a garantire che i loro diritti e il loro accesso all'istruzione, al lavoro, ai prestiti di microcredito, alla formazione professionale e allo sport siano tutelati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA