Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Premier Kiev, Mariupol è la peggiore catastrofe del secolo

'Vedremo le atrocità quando la città sarà liberatà dice Shmyhal

Di Redazione

ROMA, 23 APR - La situazione di Mariupol, sotto costante e incessante bombardamento dei russi, costituisce "la peggiore catastrofe di questo secolo" e la peggiore catastrofe umanitaria dall'invasione russa: lo ha dichiarato il primo ministro ucraino, Denys Shmyhal, parlando in una conferenza stampa a Washington. "Vedremo le atrocità terribili compiute dai russi quando la città sarà liberata", ha aggiunto Shmyhal. Le truppe russe, ha detto, "stanno distruggendo proprio tutto". Si stima che a Mariupol siano ancora bloccati almeno 100.000 abitanti. Kiev stima che i morti in città siano almeno 20.000: cifre che per il momento è difficile verificare.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA