Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Ucciso a Mariupol il cofondatore della catena 'Veterano Pizza'

Rafael Agayev aveva combattuto nel Donbass, poi aprì ristoranti

Di Redazione

ROMA, 09 APR - "Qualche giorno fa abbiamo ricevuto una terribile notizia. Durante la missione militare in difesa della città di Mariupol, gli occupanti russi hanno ucciso il nostro amico, parte della nostra numerosa famiglia 'Veterano', Rafael Agayev". Così la pagina Facebook della popolare catena di pizzerie in Ucraina, 'Veterano Pizza', annuncia la morte di uno dei suoi cofondatori. "Raf, come tutti lo chiamavano, ha difeso il nostro Paese dal 2014. Al rientro" dalla guerra in Donbass "ha co-fondato il primo Veterano Pizza nel 2016. È grazie a Raf che ognuno di voi ha una pizza preferita, per tutti i gusti", si legge ancora nel post accompagnato da foto di Agayev in divisa o dietro al bancone di uno dei ristoranti. L'interno di quello di Kiev, a due passi da piazza dell'Indipendenza (la Maidan delle rivolte), chiuso dal 24 febbraio, rispecchiava pienamente il nome scelto per la catena: alle pareti foto dei combattenti ucraini del Donbass, riproduzioni di armi, i ripiani dei tavolini decorati con bossoli di kalashnikov sotto vetro. "Tanti anni fa, Raf insegnò a Leonid a cucinare la pizza, diventato il nostro pizzaiolo. E insegnò ai nostri camerieri le doti del servizio. C'è sempre stato, era un amico, un marito, un padre. E soprattutto è stato ed è un Eroe", ricorda il post. "Ricordiamo tutti quelli che rischiano la vita per il bene dell'Ucraina libera, siamo grati a tutti quelli che quotidianamente ci avvicinano alla vittoria! Solo insieme supereremo questo schifo russo e lo cacceremo dalla nostra terra", conclude con un ultimo post scriptum: "Ci vediamo, Raf, un giorno ci incontreremo tutti per la pizza più deliziosa".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA