Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Ucraina, manovre russe con 30 navi da guerra nel Mar Nero

 L'ambasciatore russo a Washington Anatoly Antonov sottolineando però che «non c'è nessuna prova che Mosca voglia attaccare

Di Redazione

La marina russa ha avviato stamane esercitazioni su larga scala nel Mar Nero muovendo 30 navi da Sebastopoli e Novorossijsk. Lo ha annunciato il ministero della Difesa di Mosca sottolineando che lo scopo «è difendere la costa della penisola di Crimea, le basi del Mar Nero e il settore economico del Paese da possibili minacce militari». 

Pubblicità

«Le dichiarazioni del consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan' sono allarmistiche», dice frattanto al settimanale Newsweek l'ambasciatore russo a Washington Anatoly Antonov sottolineando che «non c'è nessuna prova che Mosca voglia attaccare durante o dopo le Olimpiadi». «Frasi del genere non esprimono altro che il desiderio dell’amministrazione Usa di portare al massimo la propaganda contro il nostro Paese», ha aggiunto il diplomatico. "Washington continua a parlare di attacco imminente, senza fornire dettagli», ha detto Antonov. 

Il segretario di Stato Usa Antony Blinken, per contro, ha detto che ci sono segnali di un'escalation in Ucraina da parte di Mosca. "Continuiamo a vedere segnali molto preoccupanti di un'escalation della Russia, come l'arrivo di nuove truppe al confine con l'Ucraina", ha detto parlando in conferenza stampa dalle Fiji. Blinken avrà un colloquio con il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, nelle prossime ore.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: