Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Ucraina: proteste in Iraq per aumento prezzi alimenti

Governo Baghdad corre ai ripari con sussidi

Di Redazione

(ANSAMed) - BEIRUT, 09 MAR - La crisi in Ucraina contribuisce a far salire la tensione sociale in Iraq, paese alle prese con una prolungata crisi economica e politica. Centinaia di persone hanno manifestato oggi a Nassiriya, città a sud di Baghdad, da tempo al centro di episodi di tensione sullo sfondo di proteste popolari anti-governative, per denunciare l'aumento dei prezzi del pane e di altri di prodotti alimentari legati alla filiera dei cereali e degli olii. In Iraq e in tutto il Medio Oriente, la guerra in Ucraina ha fatto schizzare i prezzi dell'energia e delle materie prime in contesti già sofferenti. Nassiriya è dal 2019 uno degli epicentri della mobilitazione popolare anti-governativa senza precedenti registratasi nel paese proprio a partire da questioni economiche e sociali. La repressione governativa di quelle proteste è costata la vita a circa 600 persone in due anni. Il governo iracheno è in questi giorni corso ai ripari, annunciando un aumento dei sussidi alle famiglie più vulnerabili e l'abolizione dei dazi doganali per una serie di materie prime importate dalla regione del Mar Nero: da Romania, Russia e Ucraina. Nei giorni scorsi altre località del sud dell'Iraq hanno visto una mobilitazione di strada contro il carovita e per denunciare l'attività speculativa di alcuni negozianti e importatori locali. (ANSAMed).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: