Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Vertice Americhe: Messico sarà rappresentato da ministro Esteri

Presidente Lopez Obrador visiterà Biden a Washington a luglio

Di Redazione

(vedi 'Usa: presidente Messico non parteciperà...' delle 15.56) (ANSA) - ROMA, 06 GIU - Il presidente messicano, Andrés Manuel López Obrador, ha spiegato che sarà il ministro degli Esteri, Marcelo Ebrard, a rappresentare il su governo al Vertice delle Americhe, in programma da oggi fino al 10 giugno a Los Angeles, in California, dopo aver annunciato che non vi parteciperà di persona perché "non tutti i Paesi dell'America sono stati invitati", riferendosi all'esclusione di Cuba, Venezuela e Nicaragua. "Non parteciperò al vertice, Marcelo Ebrard va a nome mio e del mio governo. Non andrò al vertice perché non tutti i paesi delle Americhe sono invitati", ha detto il capo di stato nella sua consueta conferenza stampa mattutina. "Non ci può essere Vertice delle Americhe se tutti i Paesi del continente americano non partecipano. Ci può essere, ma crediamo che significhi continuare con la vecchia politica dell'interventismo, della mancanza di rispetto per le nazioni e i loro popoli". Lopez Obrador ha in ogni caso sottolineato di avere "un ottimo rapporto con il presidente Biden. E' un brav'uomo. In questo caso sento che c'è molta pressione da parte dei repubblicani e soprattutto di alcuni leader dei partiti repubblicano e democratico che hanno a che fare con la comunità cubana in Florida". Il leader messicano ha infine annunciato di aver "mandato a dire al presidente Biden che andrò a trovarlo a luglio. Andrò alla Casa Bianca e voglio affrontare la questione dell'integrazione di tutta l'America, perché il mio approccio è che come è stata creata la Comunità europea, che poi è diventata Unione europea, così dobbiamo fare in America. Questo significa un cambiamento nella politica, abbandonare scontro, odio, minacce, blocchi, ingerenze e optare per l'amicizia e la buona politica di vicinato".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA