Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Zelensky, anni per capire danni da attacco russo a Chernobyl

'E se la polvere radioattiva si è diffusa'

Di Redazione

ROMA, 23 MAR - "Dopo il ritiro delle truppe russe dall'Ucraina, ci vorranno anni per indagare sui danni che hanno arrecato alla terra di Chernobyl. Quali sepolture di materiali radioattivi hanno danneggiato. E come la polvere radioattiva si è diffusa in tutto il pianeta. Attualmente ci sono 15 unità nucleari in Ucraina, tutte minacciate dall'aggressione militare russa". Lo ha affermato il presidente Volodymyr Zelenskyy, parlando davanti al parlamento del Giappone, citato dall'Agenzia Unian. Il presidente ha osservato che tutti sanno cos'è Chernobyl: "Una centrale nucleare in Ucraina, dove nel 1986 c'è stata una potente esplosione, emissioni di radiazioni i cui effetti sono stati registrati in diverse parti del mondo. La zona di 30 chilometri intorno alla stazione di Chernobyl è ancora chiusa. È pericoloso. Migliaia di tonnellate di materiali contaminati sono sepolti nelle foreste che riempiono la zona chiusa anche allora. Rottami, automobili, solo nel terreno ", ha spiegato Zelensky. E ha sottolineato che il 24 febbraio i veicoli corazzati russi hanno attraversato quel territorio, rimuovendo la polvere radioattiva nell'aria. "Immaginate la centrale nucleare dove è avvenuta la catastrofe, la protezione del reattore distrutto, un impianto di stoccaggio di scorie nucleari funzionante. La Russia ha trasformato questo impianto in un'arena di guerra", ha detto Zelensky e ha osservato che la Russia sta utilizzando la zona chiusa vicino alla centrale nucleare di Chernobyl per preparare nuovi attacchi contro le forze di difesa ucraine.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA