Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Zelensky: «La Russia resterà nella storia come la fonte del male»

Il presidente ucraino: «Situazione a Mariupol rimane brutale, russi bloccano corridoi»

Di Redazione

 "L'uccisione mirata di civili e la distruzione di edifici residenziali con tutti i tipi di armi, comprese quelle vietate dalle convenzioni internazionali: questo è proprio il marchio di fabbrica dell'esercito russo e questo marcherà davvero la Federazione Russa come la fonte del male". Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel suo ultimo videomessaggio. "L'esercito russo rimarrà per sempre descritto nella storia come il più barbaro e disumano del mondo", ha rimarcato il leader dell'Ucraina citato dai media internazionali. La situazione a Mariupol rimane "brutale", afferma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aggiungendo che le forze russe stanno bloccando i corridoi e le evacuazioni dalla città. Nel suo ultimo videomessaggio, il leader dell'Ucraina ha annunciato anche di aver firmato un decreto per onorare le forze armate ucraine che difendono Mariupol. Nelle ultime ore l'intensità del fuoco russo sulle regioni di Kharkiv e del Donbass è "aumentata in modo significativo", secondo Zelensky. "La situazione a Mariupol - dice il presidente ucraino - rimane invariata, la più grave possibile. L'esercito russo sta bloccando qualsiasi tentativo di organizzare corridoi umanitari e salvare il nostro popolo". "Gli occupanti - continua Zelensky - stanno cercando di effettuare la deportazione o addirittura la mobilitazione dei residenti locali che sono caduti nelle loro mani. Il destino di decine di migliaia di residenti di Mariupol che erano stati trasferiti nel territorio controllato dalla Russia è sconosciuto". "Nel sud del nostro Paese, gli occupanti stanno cercando di dimostrare almeno qualcosa che può essere presentato in Russia come una presunta disponibilità degli ucraini a cooperare con le strutture russe. E' patetico", commenta il leader dell'Ucraina.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: