Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

MEDIO ORIENTE

Si dimette il capo dei servizi segreti israeliani: «Il 7 ottobre un giorno nero, non sono stato all’altezza»

Si tratta della prima figura israeliana di spicco a dimettersi dopo l’attacco di Hamas

Di Redazione |

Il capo dell’intelligence israeliana, Aharon Haliva, ha rassegnato le sue dimissioni assumendosi la responsabilità dei fallimenti della sicurezza che hanno permesso a Hamas di sferrare l’attacco del 7 ottobre. Lo rende noto l’esercito israeliano spiegando che il capo di Stato Maggiore ha accettato le dimissioni di Haliva. Si tratta della prima figura israeliana di spicco a dimettersi dopo l’attacco di Hamas.

“L’intelligence sotto il mio comando non è stata all’altezza del compito assegnato” e dal 7 ottobre ”porto con me quel giorno nero” e “il dolore della guerra”. E’ quanto si legge nella lettera di dimissioni scritta d Haliva, che dopo 38 anni di servizio ha deciso di rinunciare all’incarico assumendosi la responsabilità dei fallimenti che hanno permesso l’attacco di Hamas contro il sud di Israele.

“Sabato 7 ottobre 2023 Hamas ha commesso un attacco a sorpresa mortale contro lo Stato di Israele. La divisione di intelligence sotto il mio comando non è stata all’altezza del compito che ci era stato affidato”, ha scritto Haliva. “Da allora porto con me quel giorno nero. Giorno dopo giorno, notte dopo notte. Porterò per sempre con me il terribile dolore della guerra”, ha aggiunto.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA