Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

Mondo

Usa: Trump e Murdoch, un 2022 di rapporti tesi e in salita

Impero del tycoon australiano prende distanze e guarda DeSantis

Di Redazione |

NEW YORK, 28 DIC – Il 2022 ha segnato un peggioramento nei rapporti fra Donald Trump e Rupert Murdoch. Dopo le tensioni delle elezioni del 2020 – quando Fox dichiarò correttamente Joe Biden vincitore in Arizona scatenando l’ira dell’ex presidente -, fra i due i rapporti non si sono mai risanati. E anzi il voto di metà mandato di quest’anno li ha peggiorati, mostrando una presa di distanza dell’impero mediatico di Murdoch da Trump con possibili conseguenze sulla campagna del 2024 dell’ex presidente. Negli ultimi mesi – riporta The Hill – le pubblicazioni e i network di Murdoch si sono allontanati in modo da deciso da Trump, senza risparmiargli critiche dure e attacchi. Murdoch ha inoltre assunto Piers Morgan, la star del piccolo schermo britannica che più volte si è scontrata pubblicamente con Trump, e ha ‘sfidato’ l’ex presidente non mandando più in onda per intero i suoi comizi e i suoi discorsi. A complicare ulteriormente il rapporto fra i due è l’emergere del governatore della Florida Ron DeSantis, che sta conquistando il pubblico repubblicano e i favori di Fox. Di fronte al cambio di passo di Murdoch diversi osservatori sono però cauti. I due si sono scontrati in passato e non è detto che non possano accantonare le loro differenze nel caso porti benefici a entrambi. Una volta che le candidature alla Casa Bianca saranno chiare e nel caso in cui Trump si affermasse come front-runner, allora Fox potrebbe abbandonare il suo scetticismo verso il tycoon e tornare a sostenerlo come ha fatto nel 2016.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: