Notizie Locali


SEZIONI
Catania 32°

Mondo

Zelensky, non c’è posto a Bakhmut che non sia coperto di sangue

Presidente ucraino posta le foto della città distrutta dai russi

Di Redazione |

ROMA, 28 DIC – “Non c’è posto che non sia coperto di sangue a Bakhmut, nella regione del Donetsk, e solo pochi civili continuano a vivere in città”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un post su Telegram, riferisce Ukrinform, pubblicando le foto della città distrutta dai russi. “L’anno scorso vivevano lì 70.000 persone. Ora vi sono rimasti solo pochi civili. Non c’è posto che non sia coperto di sangue. Non c’è ora in cui il terribile ruggito dell’artiglieria non risuoni. Tuttavia, Bakhmut resiste. La nostra difesa, le nostre forze stanno in piedi. Il Donbass ucraino sta in piedi”, ha affermato Zelensky.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA