home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Donna morì dopo lite con vicino, per lui assoluzione confermata in Cassazione

Ivan Giardina, 33 anni di Canicattì (Agrigento), era accusato dell’omicidio preterintenzionale di Giuseppa Lo Sardo, avvenuto nel 2009

Accolto ricorso giovane scafista, Cassazione: sì a libertà in prova

CANICATTI' - La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso della Procura generale di Palermo contro l’assoluzione di Ivan Giardina, 33 anni di Canicattì (Agrigento), accusato dell’omicidio preterintenzionale di Giuseppa Lo Sardo, sua vicina di casa, avvenuto nel giugno 2009.

La donna morì 5 giorni dopo un diverbio con Giardina, avvenuto nel giugno 2009 per futili motivi di vicinato. In primo grado Giardina era stato condannato dal Gup di Agrigento, Francesco Provenzano, a 6 anni e 8 mesi di reclusione più il risarcimento delle parti civili costituitesi in giudizio. I giudici d’Appello di Palermo invece riformularono la sentenza di primo grado assolvendo l’imputato «perché il fatto non sussiste». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP