home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ad Agrigento per l' ex Standa è stata confermata la chiusura

A partire da gennaio la “Ovs” avvierà la procedure di licenziamento del personale e decreterà la fine della struttura commerciale di via Gioeni

Ad Agrigento per l' ex Standa è stata confermata la chiusura

Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi e i “sussurri” è arrivata la conferma: a partire da gennaio la “Ovs” avvierà la procedure di licenziamento del personale e decreterà la fine della struttura commerciale di via Gioeni.

A monte della decisione presa dall'azienda a livello nazionale vi sarebbero non solo la constatazioni della sostanziale improduttività del punto vendita, che negli anni ha visto ridursi in modo drammatico il proprio fatturato in favore dei centri commerciali (dove pure Ovs ha investito) e di altre parti della città, ma anche delle delle questioni di tipo strutturale.

L'edificio, infatti, richiederebbe degli importanti investimenti economici per la manutenzione straordinaria a causa della sua vetustà e anche per consentire l'applicazione delle normative sulla sicurezza. Situazioni contingenti che hanno reso non più economicamente conveniente mantenere la propria presenza in centro città e stanno quindi spingendo l'azienda a chiudere i battenti. Una scelta che comunque è tutto tranne che un fulmine a ciel sereno: anzi.

Della possibile chiusura del punto vendita di Agrigento si parla infatti da anni. Così se i dipendenti (meno di una decina in totale) sono stati già avvisati della decisione, la comunicazione formale dell'avvio delle procedure di chiusura e mobilità del personale è stata inoltrata ai sindacati solo nella giornata di ieri.

“Abbiamo ricevuto comunicazione che dopo le festività si aprirà il tavolo di confronto su questa vicenda – spiega Franco Castronovo, segretario della Filcams Cgil -. Per quanto ci riguarda sarà nostro compito cercare di trovare delle soluzioni per il personale che scongiurino i licenziamenti. Già in passato con l'azienda vi era stato modo di ricollocare i lavoratori in altri punti vendita presenti in Sicilia e nel resto d'Italia. Speriamo che si riesca ad ottenere un risultato positivo anche questa volta e salvaguardare dei posti di lavoro in un momento tanto difficile per il settore”.

Insomma, alla via Atenea (e zone limitrofe) si aggiungeranno a brevissimo nuove vetrine alle decine già vuote e abbandonate. Chissà, in questo caso, per quanto tempo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP