Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Favara, un sequestro di persona dietro la scomparsa di Gessica Lattuca?

Di Redazione

Favara (Agrigento) - E' un mistero in piena regola la scomparsa da Favara di Gessica Lattuca, la giovane mamma 27enne di quattro figli, di cui si sono perse le tracce dallo scorso 12 agosto. A nulla finora sono valsi gli appelli della madre della giovane e anche del sindaco di Favara, Anna Alba, che aveva esortato a parlare, chiunque avesse delle informazioni al riguardo. Ieri nel comune agrigentino sono arrivati i Ris di Messina e due unità cinofile molecolari per le ricerche, questa volta specialistiche. Coinvolti nelle indagini anche i carabinieri della tenenza di Favara e quelli del nucleo Investigativo di Agrigento che su disposizione del sostituto procuratore di Agrigento Paola Vetro, hanno perquisito la proprietà di campagna, in contrada Burraitotto, dell'ex compagno della donna, nonchè padre dei suoi quattro bambini, Filippo Russotto. L'uomo al momento non risulta indagato e l'inchiesta per la scomparsa della donna è ancora contro ignoti. In realtà la Procura, nelle ultime settimane, ha modificato il fascicolo e si ipotizza, ma serve solo per consentire determinati accertamenti tecnico-investigativi, il sequestro di persona.

Pubblicità

Sulle pagine di "Leggo", anche il giornalista Emilio Orlando riporta l'ipotesi di un sequestro di persona: Gessica sarebbe tenuta segregata per una vendetta nei confronti di Russotto. La coppia, sempre secondo quanto scritto su Leggo, era stata più volte a Liegi, in Belgio, dove vivono molti favaresi e dove sarebbe in atto una faida per traffici di droga e di armi. Gessica in particolare, sarebbe rimasta coinvolta in un giro di prostituzione gestito da Gaspare Michele Volpe, suo ex datore di lavoro, arrestato qualche giorno fa. Sempre secondo le indiscrezioni riportate dal giornalista, si ipotizza che la donna possa essere ancora viva.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA