home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ronde notturne sull'Etna e non solo per frenare la piaga dei furti di uva

A ridosso della vendemmia squadre di ladri in azione tra i filari: sul Vulcano proprietari di vigne in perlustrazione la notte insieme a propri dipendenti, mentre nella campagne tra Agrigento e Caltanissetta ci si affida a guardie giurate

Ronde notturne sull'Etna e non solo per frenare la piaga dei furti di uva

Ronde notturne organizzate dagli imprenditori contro i furti di uva sull'Etna e squadre di vigilantes assoldati dagli agricoltori nei vigneti tra Agrigento e Canicattì. Complice una crisi senza precedenti, a ridosso della vendemmia squadre di ladri sono in azione da tempo tra i filari.

Vincenzo Lo Mauro, amministratore delegato della Vini Franchetti, spiega al giornale online Cronachedigusto che «le forze dell’ordine fanno quello che possono, ma credo che alla fine davvero si potrebbe fare qualcosa di più, visto che le aziende spendono tantissimi soldi per mantenere il prestigio di questo territorio». Per questo alcune aziende (oltre alla Franchetti, anche Frank Cornelissen, per esempio) hanno deciso di effettuare delle ronde con i propri dipendenti.

Nella campagne tra Agrigento e Caltanissetta, dove su coltiva la pregiata Uva Italia, gli imprenditori hanno preferito affidarsi a società private di vigilanza per custodire i vigneti in attesa della vendemmia, racconta il Giornale di Sicilia. Le zone più battute in queste ultime giornate dai ladri di uva sono quelle a ridosso del canicattinese. In particolare le contrade Ramilia, Deliella, Grottarossa, Pilille, Menta sino a Roccella abbracciando i territori comunali di Delia, Serradifalco, San Cataldo e Caltanissetta. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa