home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Convalidato fermo per boss agrigentino Leo Sutera

Secondo gli investigatori, l' uomo, dopo avere scontato la seconda condanna per associazione mafiosa, si sarebbe rimesso al «lavoro» tornando a gestire il mandamento di Sambuca di Sicilia e diventando il boss della provincia di Agrigento

Convalidato fermo per boss agrigentino Leo Sutera

AGRIGENTO - Il gip del tribunale di Sciacca, Rosario Di Gioia, ha convalidato il fermo e ha disposto la custodia in carcere per Leo Sutera, 68 anni, di Sambuca di Sicilia (Ag), ritenuto il capo delle famiglie mafiose dell’Agrigentino. Il provvedimento di fermo - firmato dai pm della Dda di Palermo Alessia Sinatra, Claudio Camilleri e Geri Ferrara - era stato eseguito all’alba di lunedì dai poliziotti della Squadra Mobile di Palermo e Agrigento e dallo Sco.


Secondo i pm, Sutera - che è difeso dall’avvocato Carlo Ferracane - tornato libero il 7 agosto del 2015, dopo avere scontato la seconda condanna per associazione mafiosa, si sarebbe rimesso al «lavoro» tornando a gestire il mandamento di Sambuca di Sicilia e diventando il boss della provincia di Agrigento, ruolo che aveva ricoperto fino al 26 giugno del 2012, giorno dell’operazione «Nuova Cupola».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa