home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Casteltermini, la morte di una anziana diventa un giallo di Natale

Disposta l'autopsia. L'anziana potrebbe avere preso un maggior numero di pasticche, rispetto a quelle stabilite dal medico curante, poi risultate fatali

Casteltermini, la morte di una anziana diventa un giallo di Natale

E' un vero e proprio giallo la morte di una nonnina, ottantunenne, del luogo. Si parla di morte naturale. Anche se in mancanza di certezze, non vengono escluse altre cause, una delle quali, porta ad un avvelenamento da farmaci. Tutto è ancora al vaglio dei carabinieri, e attualmente siamo soltanto nel campo delle ipotesi. La Procura della Repubblica ha disposto il sequestro della salma. L'anziana ospite di una casa di riposo, nei giorni scorsi era tornata nella sua abitazione di Casteltermini, per trascorrere in famiglia, le festività natalizie e di fine anno. L'altro giorno, non aveva risposto al richiamo del figlio e questo, insospettito e preoccupato, è andato a controllare. Da li a poco ha fatto la tragica scoperta. Immediatamente ha segnalato il fatto al centralino del 112. In pochi attimi nella zona sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Casteltermini, e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Cammarata, con loro anche il personale della Scientifica dell'Arma. Gli investigatori si sono messi al lavoro per risalire alle cause del decesso. Il medico legale, che ha effettuato l'ispezione cadaverica si è sbilanciato su un punto: sul corpo della vittima non c'erano segni di violenza, né di arma da fuoco o da taglio, né da strangolamento, o magari pestaggio. Dal contesto ambientale gli inquirenti hanno ricavato, che l’ipotesi più plausibile è quella di un improvviso malore, probabilmente dietro la somministrazione di qualcosa. L'ottantunenne, sofferente di alcune patologie, quotidianamente assumeva una grande quantità di medicinali. Oltre venti pillole. Ecco perché non viene esclusa la morte da avvelenamento da farmaci. L'anziana potrebbe avere preso un maggior numero di pasticche, rispetto a quelle stabilite dal medico curante, poi risultate fatali. Si tratta comunque soltanto di una delle ipotesi. La salma è stata trasportata presso la camera mortuaria, a disposizione del magistrato titolare del fascicolo. L’autopsia e le analisi biochimiche se disposte potrebbero sciogliere gli ultimi dubbi. Nelle prossime ore il Pm scioglierà la riserva se incaricare un medico legale per fare eseguire l'esame autoptico.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP