Notizie locali
Pubblicità
Zingarello, tentato avvelenamento di cani randagi

Agrigento

Zingarello, tentato avvelenamento di cani randagi

Di Gaetano Ravanà

"Questa sera, forse, abbiamo evitato una nuova strage di cani randagi a Zingarello, località balneare di Agrigento". Inizia così una nota dell'associazione ambientalista "Mareamico" diretta da Claudio Lombardo.

Pubblicità

"Alcuni abitanti del luogo - si legge ancora nella nota - hanno trovato una ventina di polpettine di colore verde tra le strade di Zingarello che, probabilmente, contengono la metaldeide, che è un composto chimico velenoso usato come fitofarmaco contro le lumache e le chiocciole. Domani porteremo alcune polpettine all'ASP che le invierà all'Istituto Zooprofilattico di Palermo per le analisi del caso".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA