Notizie locali
Pubblicità
Polizia stradale: quadro allarmante circa il numero di incidenti

Agrigento

Polizia stradale: quadro allarmante circa il numero di incidenti

Di Antonino Ravanà

Impennata degli incidenti stradali, cresce il numero dei decessi, e quello dei feriti. In aumento anche il fenomeno degli ubriachi alla guida. Questo emerge dai dati della polizia Stradale di Agrigento, e dei distaccamenti di Canicattì e Sciacca, relativamente alla Provincia agrigentina, dall'1 gennaio al 20 dicembre dell'anno passato. Da quello che esce fuori dati tutt'altro, che confortanti sul fronte della sicurezza, che si snoda sull’asfalto. Preoccupa e non poco l'aumento degli incidenti mortali. Nell'ultimo anno preso in esame, gli agenti della Stradale, hanno trattato complessivamente 137 sinistri (l’anno precedente il dato era di 104), che hanno provocato 6 morti e 158 feriti (l’anno scorso 4 vittime e 122 feriti). Gli automobilisti agrigentini sono risultati, il più delle volte, sbadati e indisciplinati al volante. Il pericolo numero uno? Il telefono cellulare (393 le
multe elevate a conducenti di veicoli per uso del telefonino). Come ripete spesso il comandante della Polstrada agrigentina, Andrea Morreale, il cellulare mentre si è alla guida non deve essere usato, che siano gli adulti a dare l’esempio, però, i quali invece danno esempi solo negativi. Le altre cause più ricorrenti sono l’alta velocità (ad Agrigento si corre troppo), e il consumo di alcolici. Una piccola percentuale per strade pericolose o tenute male. Infatti, è notizia degli ultimi giorni, delle tante segnalazioni fatte dai sindaci dell'agrigentino, in particolare quelli dell'entroterra, alle istituzioni. Purtroppo, ormai, le strade dissestate sono ovunque, rendono la vita difficile anche agli automobilisti disciplinati. E' capitato, purtroppo, di incidenti, anche gravi, anche autonomi, proprio per il cattivo stato delle arterie. Ma nella nostra Città circolano decine e
decine di automezzi, molti di essi sprovvisti di Rca. Chi subisce un sinistro con un veicolo senza assicurazione, rischia di non essere tutelato e di correre tra uffici, perdendo tempo, denaro e spesso uscendone "perdente".  Tanti i mezzi senza revisione. Preoccupa e non poco l'aumento della guida sotto l'influenza di alcolici. In totale 214 i conducenti di veicoli "pizzicati" alticci (erano 161 l'anno scorso), nella gran parte dei casi denunciati all'Autorità giudiziaria e, per tutti, la conseguenza del ritiro immediato della patente. E cresce il numero delle donne, e dei giovani dai 18 ai 20 anni, in molti casi neopatentati. Punire chi sgarra e, di riflesso, mettere al sicuro chi vuol viaggiare in sicurezza, la parola d’ordine impartita dalla Polstrada. Il dato è in aumento, ma si tratta di un fenomeno costante. Per questo motivo sono aumentati i posti di controllo lungo le
principali arterie stradali, che portano o attraversano il centro cittadino, e le zona balneari (nella stagione calda). Soprattutto nei giorni di festa e nelle notti di sabato, si tende ancora di più a consumare alcolici e super alcolici. Nulla di strano, se non fosse che in tanti, dopo avere abusato, si mettono alla guida delle proprie autovetture, incuranti delle conseguenze e mettendo in gravissimo pericolo l’incolumità e la sicurezza stradale  
Antonino Ravanà

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA