Notizie locali
Pubblicità
Sciacca, «Cibo scadente per l’ospedale». Condannata imprenditrice

Agrigento

Coronavirus, caso al punto nascite dell'ospedale di Sciacca

Di Redazione

Un caso di coronavirus all’interno del reparto ha determinato ieri sera la chiusura del "Punto nascite" dell’ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca, in provincia di Agrigento.

Pubblicità

Sono adesso 18 i casi da contagio registrati all’interno della struttura sanitaria agrigentina. La comunicazione non è stata fatta dalle autorità sanitarie provinciali e nemmeno dal sindaco della città, com'è stato di prassi nei precedenti contagi rilevati in ospedale: è stato il direttore dell’unità operativa, Salvatore Incandela, a renderlo noto attraverso una "comunicazione alle utenti" affissa all’esterno del reparto di ostetricia e ginecologia.

La chiusura del "Punto nascite" obbligherà gli utenti di una vasta area geografica che comprende 15 Comuni a recarsi ad Agrigento oppure a oppure a Castelvetrano, in provincia di Trapani.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: