Notizie locali
Coronavirus, gli Aragonese non hanno rinunciato al loro Taganu

Agrigento

Coronavirus, gli aragonesi non hanno rinunciato al loro Taganu

Di Redazione

Il Taganu, è il piatto gastronomico Aragonese a base di uova, pasta o pane, formaggio, prezzemolo, zafferano, cannella, spezie, che da sempre viene offerto e mangiato il lunedì di Pasqua. Si tratta di una antica ricetta arrivata ai nostri giorni, lontano dalla deriva edonista che il mangiare ha assunto negli ultimi anni. Il cibo, dunque, è nutrimento del corpo ma anche dell'anima, com'era per i pellegrini, quei viandanti che nei secoli hanno camminato alla ricerca di Dio. Il cibo della sopravvivenza, dunque, semplice nutriente e offerto anche a chi arrivava da lontano verso Aragona.

Pubblicità

Ingredienti naturali, energetici, di una delle ricette facili perché il pellegrino non si doveva appesantire ma semplicemente nutrire. 

E a cucinare questi cibi, il più delle volte, erano i monaci sempre pronti a dare ospitalità a chi percorreva le strade dei pellegrinaggi medioevali ad Aragona lungo la “MAGNA VIA FRANCIGENA” più famosa della cristianità Siciliana, verso la Via Francigena che arriva a Roma.

Quest'anno, malgrado la Pantemia del Coronavirus e le relative festività pasquali molto ristrette, le famiglie ne hanno preparato di più al fine di donarlo ai poveri della cittadina agrigentina. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: