Notizie locali
Pubblicità
Lampedusa, Martello al ministro Azzolina: “autorizzare esame maturità via web a studentesse dell’isola iscritte in altre città”

Agrigento

Lampedusa, Martello al ministro Azzolina: “autorizzare esame maturità via web a studentesse dell'isola iscritte in altre città”

Di Gaetano Ravanà

“Ho scritto al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina per chiedere di prevedere, in casi particolari e di oggettiva difficoltà come quello che riguarda sei studentesse originarie di Lampedusa, la possibilità di far svolgere l’esame di maturità attraverso un collegamento on-line”. Lo dice Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa, in merito alla situazione che riguarda sei studentesse di Lampedusa iscritte in Licei e Convitti di altre città italiane (Firenze, Milano, Fiumicino e Palermo) che dall’inizio dell’emergenza Coronavirus sono tornate sull’isola dalle loro famiglie.  

Pubblicità

“Mentre per la maggior parte degli studenti, che frequentano istituti della loro stessa città, non vi sarebbero difficoltà nel sostenere l’esame ‘in presenza’ così come stabilito dal Ministero – dice Martello - la situazione delle studentesse lampedusane è ben diversa. Per raggiungere l’istituto scolastico al quale sono iscritte dovrebbero prendere, a seconda dei casi, da uno a tre aerei, dovrebbero transitare da due a quattro aeroporti per poi spostarsi con mezzi pubblici. Tutte situazioni che le esporrebbero, insieme con i familiari che le accompagnerebbero, al rischio contagio Covid19. Per non parlare degli enormi costi che dovrebbero sostenere, considerati i prezzi attuali dei biglietti aerei”.

Martello chiede dunque al Ministro Azzolina la possibilità di prevedere una deroga che permetta, limitatamente a casi specifici e comprovabili come quello delle ragazze di Lampedusa, lo svolgimento degli esami di maturità a distanza, via web.

 “In questo modo – conclude Martello – si permetterebbe alle studentesse di poter concludere regolarmente il loro percorso di studi, senza andare incontro a pericoli per la salute, ad un inevitabile stress legato alla consapevolezza di effettuare un viaggio ‘a rischio’ dal punto di vista sanitario e senza dover affrontare lunghi e costosi spostamenti”. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA