Notizie locali
Pubblicità
Agrigento, Camilleri seduto al tavolino di un caffè: statua nel "salotto buono" della città

Agrigento

Agrigento, Camilleri seduto al tavolino di un caffè: statua nel "salotto buono" della città

Di Redazione

PALERMO - Il 17 luglio 2019 moriva a Roma lo scrittore Andrea Camilleri, cittadino onorario di Agrigento. Ad un anno di distanza il Comune, la "Fondazione Teatro Luigi Pirandello" e la "Strada degli Scrittori" hanno ricordato la figura dello scrittore scoprendo una scultura a lui dedicata. L'opera è stata collocata nella centrale via Atenea. Si tratta di un'immagine iperrealista dello scrittore seduto al tavolino di un caffè, con una sedia libera accanto, a disposizione di quanti, percorrendo "il salotto buono" della città, avranno il piacere di sedersi per qualche istante, accanto a lui. L'opera, realizzata dallo scultore Giuseppe Agnello, è stata donata al Comune da Margherita Marrazza. La cerimonia di scopertura del monumento si è svolta nel pomeriggio, alla presenza del Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. L'attore Sebastiano Lo Monaco, direttore artistico del Teatro Pirandello, ha recitato un breve monologo rievocando l'esame sostenuto per l'ammissione all'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, proprio con il professor Camilleri.

Pubblicità

Nel corso della cerimonia si è svolta la presentazione a cura di Sellerio editore, da parte del docente universitario Salvatore Ferlita, di "Riccardino" l'ultimo libro della serie del Commissario Montalbano, uscito postumo in queste ore. Anche il popolare showman Rosario Fiorello ha voluto, a suo modo, ricordare la figura dello scrittore scomparso promuovendo in Rete, con una sua imitazione vocale, l'evento.
   

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA