Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Pugni e calci tra un tunisino e un marocchino, a rimettersi un carabiniere

Di Gaetano Ravanà

Un carabiniere ferito, e l’aggressore tunisino arrestato. È successo in via Dante, ad Agrigento. Due nordafricani, un tunisino di 29 anni, e un coetaneo marocchino, hanno dato vita ad un alterco davanti ad alcune palazzine. Sono volate parole grosse, e quando i due stavano per passare dalle parole ai fatti, la gente per timore che la contesa potesse prendere una brutta piega, dai balconi e dalle finestre, ha urlato di smetterla e di allontanarsi. Per tutta risposta sono stati apostrofati in malo modo.
Nel frattempo è stato allertato il numero unico di emergenza 112. Sul posto i carabinieri del nucleo Radiomobile della Compagnia di Agrigento. Mentre il marocchino si è calmato, il tunisino, alla vista degli uomini in divisa, è andato in escandescenze, scagliandosi contro uno dei militari. Quest’ultimo colpito in diverse parti del corpo. Immediato l’intervento del collega. Il 29enne è stato bloccato, immobilizzato e arrestato, con l’accusa di lesioni, e resistenza a Pubblico ufficiale. Il militare dell’Arma è stato medicato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. E’ stato giudicato guaribile con una prognosi di sette giorni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: