Notizie locali
Pubblicità
Canicattì, fatto brillare l'ordigno bellico rinvenuto in via Menotti

Agrigento

Canicattì, fatto brillare l'ordigno bellico rinvenuto in via Menotti

Di Gaetano Ravanà

E’ stato rimosso da via Ciro Menotti, a Canicattì, il colpo da mortaio del 1935 che era stato trovato ieri svuotando e ripulendo un vecchio magazzino. Gli artificieri dell’Esercito hanno prelevato la bomba e l’hanno trasferita in una cava di contrada Grottarossa dove è stata fatta, in tutta sicurezza, brillare. Ad occuparsi del servizio d’ordine durante il recupero dell’ordigno, la strada era rimasta transennata e sbarrata per tutta la notte, è stata la polizia. Le operazioni di rimozione del colpo di mortaio non sono state semplici. La polizia, insieme ai carabinieri, hanno interdetto tutta l’area e il Genio guastatori di Palermo dell’Esercito ha prelevato in sicurezza l’ordigno. Scortati da polizia e carabinieri, gli artificieri hanno raggiunto la cava di Grottarossa, al confine con Caltanissetta, e hanno fatto brillare la bomba. A coordinare le operazioni è stata la Prefettura e la Questura. Per strada, le varie delicatissime fasi per garantire la sicurezza delle abitazioni e delle attività commerciali di via Ciro Menotti , sono state dirette dal commissariato di polizia e dalla compagnia dei carabinieri.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA