Notizie locali
Pubblicità
Licata, carabinieri accerchiati e aggrediti da una famiglia che voleva “difendere” ricercato

Agrigento

Licata, non si fermano all'alt e gettano una rivoltella e delle cartucce. Presi

Di Gaetano Ravanà

Non si fermano all’Alt, e durante l’inseguimento, gettano dal finestrino una rivoltella di fabbricazione Belga, e un involucro con sei cartucce già esplose. L’arma da sparo e le munizioni sono state recuperate dai carabinieri della Compagnia di Licata. La vettura fermata poco più tardi.

Pubblicità

Il giovane alla guida, un maggiorenne di Licata è stato arrestato in flagranza di reato, il passeggero, un minorenne denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minori di Palermo. Sono accusati dei reati di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, detenzione abusiva di armi, e porto ingiustificato di coltello.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA