Notizie locali
Pubblicità
Sciacca, «Cibo scadente per l’ospedale». Condannata imprenditrice

Agrigento

Medico dell'ospedale di Sciacca si barrica dentro la stanza per sfuggire alle ire di un parente di una degente

Di Gaetano Ravanà

Al fine di sollecitare e pretendere maggiori cure per un proprio congiunto, ha preso a calci e pugni, la porta d’ingresso di una delle stanze del Pronto soccorso, dove il medico di turno stava prestando servizio, obbligandolo ad interrompere le operazioni di assistenza medica, minacciandolo, e costringendolo a chiudersi all’interno della stanza. L’individuo, poi, è fuggito. E’ successo all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca.

Pubblicità

Sono stati i sanitari a segnalare il fatto al numero di emergenza 112. I poliziotti del Commissariato di Sciacca, dopo avere raccolto i racconti dei presenti, hanno identificato il protagonista della vicenda. Si tratta di A.G., di Ribera, denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica, per interruzione di un ufficio o servizio di pubblica necessità.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA