Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Recovery Fund, il sindaco Stefano Castellino, dopo la Manifestazione di Napoli: "Adesso andiamo a Roma a consegnare simbolicamente le Fasce Tricolore a Palazzo Chigi"

Di Redazione

"Oggi 25 aprile, in piazza a Napoli per protestare contro la scelta scellerata che le risorse del Recovery fund destinate all’Italia sono state ripartite in maniera iniqua con il risultato di trasferire al Nord 60 miliardi che sarebbero spettati al Sud.  Questa l'iniziativa dei 500 sindaci del Mezzogiorno, tra cui i primi cittadini di Napoli Luigi De Magistris e di Palermo Leoluca Orlando, che nelle scorse settimane avevano anche scritto alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen chiedendo un “vincolo di destinazione” per le risorse che spetteranno all’Italia".
Tra i 500 Sindaci anche Stefano Castellino, sindaco di Palma di Montechiaro, la Città del Gattopardo, il quale rilancia e propone: “adesso andiamo a Roma a consegnare simbolicamente le fasce tricolori a Palazzo Chigi”.
Il Sindaco Castellino, citando anche Pino Aprile, afferma:”siamo di fronte ad Una truffa di portata storica, drammaticamente coerente con il pessimo modo di essere “unitario” del nostro Paese, furono rubati e trasferiti al Nord anche i soldi del Piano Marshall (European Recovery Program, ERP) inviati dagli Stati Uniti per ricostruire l'Italia dopo la seconda guerra mondiale e destinati soprattutto al Sud, ed anche accaduto così per i fondi dell'Emergenza Covid, non possiamo tollerare questo ennesimo affronto al Meridione d'Italia ed alle nostre comunità! Noi Sindaci, vero ed unico baluardo, della Democrazia e della Repubblica non rimarremo inermi e silenziosi, urleremo il nostro dolore e la nostra rabbia per dare finalmente un futuro alle nostre comunità e riscattare la Dignità di un Popolo che soffre da quasi due secoli ed è ormai giunto allo stremo: andiamo a Roma a consegnare simbolicamente a Palazzo Chigi, le Fasce Tricolore, che portiamo con Orgoglio ed Onore infiniti!”

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA