home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Poliziotto salva bambino di 4 anni dal soffocamento

Tragedia sfiorata nel bel mezzo del capoluogo

Poliziotto salva bambino di 4 anni dal soffocamento

Colto da una grave crisi respiratoria, crolla a terra davanti alla mamma, e a decine di avventori dei locali della "movida" del centro della città. Un bambino agrigentino, di poco più di 4 anni, è stato salvato da un agente, che si è accorto in tempo, che le vie respiratorie del piccolo, ormai privo di sensi, erano occluse dalla lingua, e lo stavano soffocando. Il bimbo adesso sta meglio.

Ha trascorso la nottata in ospedale per le cure e gli accertamenti del caso. E' successo nella tarda serata di sabato, davanti all'ingresso di una panineria, in piazza San Francesco, in quei momenti affollata da decine di giovani e diverse famiglie, anche con figli piccoli al seguito. Una serata all'insegna della spensieratezza a pochi giorni dal Natale, che ha rischiato di trasformarsi in una tragedia per una giovane coppia di Agrigento. Fortunatamente sfiorata grazie e soprattutto al coraggio di un agente, che presta servizio alla Divisione della Polizia Anticrimine della Questura di Agrigento. Il tutto nel giro di una decina di minuti, un breve lasso di tempo all’apparenza esiguo ma che, in momenti così concitati, diventano in un’interminabile e angosciante attesa. Il piccolino stava correndo e giocando in piazza, quando improvvisamente è stato colpito da una grave crisi epilettica-convulsiva. Crollato sul selciato aveva il viso cianotico ed in era in uno stato di incoscienza. Non respirava e stava soffocando. In pochi attimi è scoppiato il finimondo. La mamma si è resa subito conto della gravità della situazione, e ha iniziato a gridare chiedendo aiuto, mentre tutt'intorno si è formato un capannello di persone. Uno dei primi ad intervenire un ragazzo, il quale ha cercato di fare qualcosa, senza riuscire nell'intento di fare riprendere il bimbo. Le urla hanno richiamato l'attenzione di un poliziotto fuori servizio, presente all'interno della panineria, con la sua famiglia.

Senza esitare ha preso in braccio il bambino e ha deciso di intervenire. Gli ha aperto la bocca, tirandogli fuori la lingua, disostruendo le vie aeree. Solo pochi istanti e il piccolo ha avuto un lieve miglioramento, anche se ancora faceva fatica a respirare. Nel frattempo è stato chiamato il 118. L'ambulanza è arrivata pochi minuti più tardi, facendosi spazio tra la gente in via Atenea. E' stato lo stesso agente ad accompagnare il bambino fin dove si era fermato il mezzo di soccorso. Immediata la corsa verso l'ospedale San Giovanni di Dio.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP