home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Canicattì così non si era mai vista

Disagi in tutto il centro e nelle periferie, con alcune famiglie rimaste bloccate per ore in casa

Canicattì così non si era mai vista

Canicattì (Agrigento) - Le violente nevicate che si sono succedute dal 5 gennaio scorso e sino ad ieri hanno provocato una serie notevole di disagi a Canicattì. Per l’intera giornata, ieri, i mezzi meccanici sono stati a lavoro per riportare tutto alla normalità. In azione le squadre speciali, composte da operatori Dedalo, Vigili Urbani, Vigili del Fuoco, ditte private di movimento terra ed impiegati comunali. Squadre che sono state a lavoro dalla zona alta del paese per ripristinare anche le condizioni del resto dei quartieri.

A Borgalino, ad esempio è stato necessario l’intervento con bobcat e spargi sale per spazzare la neve che si era accumulata la notte precedente. “La situazione non presenta particolari criticità – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Massimo Muratore - Si è provveduto con mezzi di Ditte private di movimento terra, a sgomberare dalla neve le arterie principali e le vie che collegano a punti nevralgici. Si continuerà a spargere sale con mezzi meccanici. Sino a cessato bisogno L'Ufficio manutenzione e gli uomini della Dedalo hanno liberato le strade e la villa comunale dai rami degli alberi che sono stati divelti. Effettuati anche interventi a nel quartiere residenziale di Rinazzi e nelle vie di accesso alla città. Da domani- conclude l’assessore della giunta guidata dal sindaco Ettore Di Ventura- i nostri uffici raccoglieranno informazioni sulla situazioni delle campagne, degli impianti di agricoltura e zootecnia”. Sin qui l’amministrazione. Ieri, molte zone di Canicattì però sono rimaste isolate o quasi a causa degli oltre 40 centimetri di neve che ricopriva l’asfalto. Segnalazioni dei cittadini bloccati nelle loro abitazioni sono giunte ad esempio dalle vie De Gasperi e via Cesare Terranova Molti sono rimasti chiusi in casa perché impossibilitati ad uscire fuori. Problemi, venerdì sera per una cinquantina di automobilisti che sono rimasti bloccati sino a notte fonda nei pressi dello svincolo per Canicattì Nord. La strada piena di neve non consentiva loro di proseguire la marcia in direzione della città. Sul posto, polizia stradale, il 118, la protezione civile ma soltanto diverse ore dopo sono stati “liberati” dall’intervento di una ruspa. La Protezione Civile di Canicattì anche ieri ha invitato i cittadini a rimanere in casa. Infatti, l’allarme non è per nulla cessato ed altre nevicate si potrebbero verificare durante le ore notturne.

Il maltempo e la neve non hanno fermato i malviventi che la notte scorsa in via Regina Margherita, utilizzando un cric di quelli usati per sostituire le ruote delle auto, hanno divelto la saracinesca di un negozio di informatica. Il bottino è due computer ed altro materiale tecnologico portato via. La scoperta di quanto avvenuto è stata fatta stamattina dai proprietari del negozio che hanno avvisato i carabinieri.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP