home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ravanusa, intimidazione a un infermiere

Appiccato il fuoco al portone di casa

Ravanusa, intimidazione a un infermiere

Ravanusa (Agrigento) -  Appiccato il fuoco alla porta d'ingresso di un'abitazione di proprietà di un infermiere cinquantenne di Ravanusa. Una vicenda fuori da ogni logica: le conseguenze avrebbero potuto essere serie. Il fatto si è verificato nella notte tra venerdì e sabato, in via Delle Scuole, una zona centrale della cittadina del monte Saraceno. Ad agire ignoti piromani, che approfittando dell'ora tardi, hanno cosparso di liquido infiammabile la porta, accedendo il rogo. I responsabili alla vista delle fiamme si sono frettolosamente allontanati. L'odore acre di fumo è stato avvertito sia dal proprietario dell'immobile preso di mira, che dai vicini di casa. Subito sono stati allertati i soccorsi. Non c'è stato bisogno dell'intervento dei Vigili del fuoco. Il rogo è stato spento in tempo prima, che potesse propagarsi pericolosamente fino a raggiungere l'interno dell'appartamento.

Ad occuparsi delle indagini i carabinieri della Stazione di Ravanusa e i loro colleghi della Compagnia di Licata, diretti dal capitano Marco Currao. Gli accertamenti, da parte dei militari dell'Arma, continuano al fine di individuare uno o più responsabili. Giunti sul posto i carabinieri hanno riscontrato sull'uscio di casa i segni del rogo. Nessuna persona è rimasta comunque ferita o intossicata, ma restano evidenti i danni, seppur lievi, al portone in legno dell'immobile annerito dalle fiamme e dal fumo. Al momento l'unica certezza è rappresentata dalla natura dolosa dell'incendio. Durante il sopralluogo gli esperti della Scientifica non hanno rinvenuto tracce di liquido infiammabile o altri inneschi. Ma è stato accertato che qualcuno ha versato del liquido infiammabile, verosimilmente benzina, sulla facciata della struttura per poi accendere il fuoco e darsi a precipitosa fuga. Sul caso gli investigatori che hanno inviato una relazione alla Procura della Repubblica di Agrigento, hanno ascoltato anche qualche vicino. Nessun testimone ha assistito al fatto e nessuno, neanche il denunciante, ha saputo fornire elementi utili alle indagini. I piromani hanno agito in silenzio e complice la notte, non sono stati visti da nessuno.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP