home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Raffadali, cade inseguendo i ladri, anziano in fin di vita

I malviventi erano entrati nella sua abitazione e gli stavano rubando la pensione. Indagano i carabinieri

Raffadali, cade inseguendo i ladri, anziano in fin di vita

Raffadali (Agrigento) - Aveva appena aperto la porta e stava per rientrare in casa. Non appena dentro, però, ha sorpreso tre ladri che erano entrati nella sua abitazione e si stavano portando via la pensione, ritirata due giorni prima. L'anziano proprietario, nel tentativo di rincorrere i malviventi, è caduto ed ha battuta la testa sul pavimento. Per il pensionato, un ottantaseienne di Raffadali, si è temuto il peggio. Ora è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Agrigento. I medici si sono riservati la prognosi, ma non verserebbe in pericolo di vita.

L’episodio è avvenuto in un appartamento del centro storico di Raffadali, intorno all'una e mezza della notte, tra sabato e domenica. L'ultraottantenne, che abita solo, dopo una serata trascorsa con i propri familiari, è tornato a casa. Ha aperto la porta e subito dentro si è ritrovato faccia a faccia con tre balordi, che si erano intrufolati nell'appartamento. Avrebbe sorpreso i ladri con in mano i soldi della pensione, circa 550 euro, e quindi si è gettato contro di loro, per cercare di fermarli e recuperare il denaro. Gli aggressori, però hanno reagito, e a quanto pare l'avrebbero lievemente urtato, per guadagnare la fuga. L'anziano per nulla intimorito, gli è corso dietro, poi è scivolato a terra. Nella caduta ha sbattuto violentemente la testa. Tramortito per la "botta" è svenuto.

Le urla dell’uomo e le disperate richieste di aiuto avevano attirato l’attenzione dei vicini di casa, che per fortuna sono intervenuti prontamente, segnalando ogni cosa al centralino del 112. Gli aggressori sono fuggiti, facendo perdere le tracce. Sul posto sono accorsi i carabinieri della Stazione di Raffadali e della Compagnia di Agrigento. L'anziano in ambulanza è stato accompagnato al pronto soccorso del presidio ospedaliero "San Giovanni di Dio", dove è stato preso in consegna dal personale medico in servizio nel turno di notte. Gli sono stati applicati diversi punti di sutura al capo, ed in seguito al trauma cranico è stato ricoverato.

Raccolta la denuncia, ancora sbigottiti per l'accaduto, gli investigatori hanno immediatamente avviate le indagini, con l’abitazione passata al setaccio dal personale della Scientifica, a caccia di tracce utili a risalire all'identità dei ladri. Quest'ultimi nella fuga hanno perso il denaro, subito recuperato e riconsegnato al legittimo proprietario.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP