home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Mandorlo in fiore, gran finale

Dalle 9,30 sfilano i gruppi, poi la "gara" prenderà corpo davanti al Concordia

Mandorlo in fiore, gran finale

Agrigento - Giornata conclusiva per l’edizione 2017 del Mandorlo in fiore e del Festival internazionale del folklore. Si comincia questa mattina, alle 9;30, con la sfilata per le vie cittadine dei gruppi folkloristici e dei carretti siciliani, la cui storia risale ai primi dell’Ottocento.

Sempre al Mandorlo in fiore, sono legate due golose creazioni: nel 2011 il torrone lungo 660 metri e nel 2016 la torta di frutta lunga 606 metri entrata a far parte del catalogo del Guinness world records. L’edizione 2017 non vanta “dolcezze” del genere ma la musica, le danze e il folklore dei gruppi folk siciliani e dei gruppi provenienti dall’Albania, dalla Corea del Sud, dalla Giordania, dall’India, dall’Israele, dalla Lettonia, dall’Italia, dalla Palestina, dalla Repubblica Ceca e dalla Slovacchia. Tante voci, tanti canti diversi tra loro ma un solo e unico messaggio di pace e fratellanza tra i popoli.

Dalle 14 in poi, nell’area antistante il tempio della Concordia, i gruppi di esibiranno nello spettacolo conclusivo della kermesse, al quale seguirà la cerimonia di conferimento dei premi. Quest’anno la sezione provinciale dell’Assostampa di Agrigento ha deciso di assegnare a due distinte rappresentanze folk la targa del premio “Ugo Re Capriata”. In linea con quello che è il messaggio di pace e fratellanza che da sempre è elemento distintivo della Sagra del Mandorlo in Fiore, saranno infatti conferiti i premi alle rappresentanze di Palestina e Israele per il valore simbolico che la loro unione durante la medesima kermesse può rappresentare sotto un profilo internazionale.

A proposito, in occasione dello spettacolo conclusivo, sarà possibile entrare gratuitamente nella Valle dei Templi ma soltanto dall’ingresso antistante il tempio di Ercole. Gli altri due ingressi (Porta V e tempio di Giunone) saranno chiusi alle 13 in punto.

Alle 12, a Villa Aurea, Poste Italiane procederà all’annullo filatelico speciale in occasione del 72^ Mandorlo in fiore. Dedicata a chi vive lontano da Agrigento e a chi non può partecipare allo spettacolo conclusivo nella Valle dei Templi, la diretta dello spettacolo trasmessa sulla pagina Facebook del Parco Archelogico e Paesaggistico della Valle dei Templi, dove si possono vedere anche gli altri spettacoli. Iniziativa gradita, che “fatto sentire a casa” tanti agrigentini che vivono in altre città. L’ultima serata di questa edizione del Mandorlo in fiore, sarà in piazza Stazione con Sicilia street food, la manifestazione gastronomica del cibo di strada siciliano organizzata dalla Federazione autonoma provinciale degli artigiani, commercianti e operatori del turismo e questa sera, oltre a gustare il panino con la milza, con la salsiccia e cipolle o con le panelle, si potrà ballare fino a notte fonda con i dj set e la partecipazione di tutti i gruppi stranieri. Un modo per salutarsi e dirsi “arrivederci” all’edizione 2018 del Mandorlo in fiore.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • grillo parlante

    13 Marzo 2017 - 12:12

    La manifestazione è bella ma l'organizzazione carente in tutto, l'accoglienza carente sopratutto quella dei bar o altri locali dove c'erano lunghe file per i bagni, purtroppo non ho visto bagni chimici in giro, mi sembra strano che una città come Agrigento che ho visitato altre volte fermandomi per qualche giorno anche a Dicembre in occasione della festa dell'Immacolata ,non tenga conto di queste necessità dei numerosi gruppi che arrivano con i pulman,( solo noi eravamo 165), una folla immensa, impossibile vedere la sfilata, i pulman sono stati dirottati molto lontani e abbiamo perso una ora circa di attesa per risalire e andare fino alla valle, poi giù non sapevano dove farci scendere, e abbiamo atteso oltre una ora per riprendere il pulman, anche gli autisti erano mortificati, ma non era certo colpa loro, encomiabile invece il servizio di polizia, carabinieri, polizia municipale che facevano di tutto per gestire il traffico e l'ingresso della valle in sicurezza, bella la premiazione

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP