Notizie locali
Pubblicità

Archivio

La Sac apre ai privati e si prepara a sbarcare in Borsa

A partire dai risultati positivi del bilancio 2013, l'assemblea dei soci ha deciso di mettere in pratica nuove strategie di crescita e di opportunità per aprire la società di gestione al capitale privato
Di Redazione

CATANIA - La Sac, società di gestione dell'aeroporto Fontanarossa di Catania, ha annunciato l'avvio dell'iter per la quotazione a Piazza Affari. A partire dai risultati positivi del bilancio 2013, l'assemblea dei soci ha deciso di mettere in pratica nuove strategie di crescita e di opportunità per aprire al capitale privato, che ha annunciato stamattina in conferenza stampa. Erano presenti il presidente, Totò Bonura, e l'ad Gaetano Mancini. Nell'esercizio 2013 l'utile di esercizio, prima del pagamento delle imposte, è stato di 6,1 milioni di euro; l'utile netto è stato di 1,514 milioni di euro. Il fatturato, rispetto al 2012, è aumentato del 16%, raggiungendo 57,591 milioni di euro. Il Mol, il margine operativo lordo, e il risultato operativo, rispetto all'anno precedente, sono cresciuti rispettivamente del 43%. Risultati che, secondo la società, sono la conseguenza naturale degli interventi gestionali fatti in questi anni che hanno incrementato il traffico passeggeri e che hanno permesso l'entrata in vigore delle nuove tariffe e la riduzione dei costi operativi. «Ci sono oggi le condizioni necessarie - ha detto l'ad di Sac, Gaetano Mancini - perchè si faccia un passo importante verso la quotazione in Borsa della società. Una scelta che non solo apre al capitale privato, ma soprattutto al segmento borsistico attraverso regole di trasparenza e di contendibilità delle azioni. Abbiamo fatto una scelta molto forte di apertura al mercato. Il bilancio in positivo è il risultato - ha concluso Mancini - di anni di lavoro che hanno permesso la crescita del traffico passeggeri, una politica commerciale adeguata e la crescita del fatturato attraverso l'adeguamento del sistema tariffario». «Un fatturato in crescita che raggiunge quasi i 60 milioni di euro, ma il dato importante è quello dell'utile netto, dopo avere pagato le imposte», ha aggiunto il presidente della Sac, Salvatore Bonura, illustrando i dati del bilancio 2013 e le linee programmatiche per il futuro dell'azienda. «Un risultato positivo ottenuto grazie al l'incremento dei passeggeri e all'entrata in vigore delle nuove tariffe. Due fattori che hanno influenzato positivamente l'andamento di bilancio e che ci hanno spinto alla decisione di quotare in Borsa la società. I vantaggi - ha concluso - consistono nel dare più solidità alla struttura finanziaria e reperire nuovi capitali per sovvenzionare i progetti di crescita e una migliore immagine aziendale».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: