Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Famiglia di ladri in trasferta a Patti arrestati padre, madre e figlio

I tre sono stati sorpresi da un agente libero dal servizio nella piazzetta delle Grotte della frazione Mongiove, mentre tentavano di scassinare il finestrino di un'auto
Di Redazione

MESSINA - Padre, madre e figlio sono stati arrestati ieri in flagranza dagli agenti del Commissariato di Patti per furto aggravato in concorso. Sono stati sorpresi da un agente libero dal servizio in piazzetta delle Grotte, a Mongiove di Patti, con pinze, flex, cesoie, forbici, coltelli e lampadine mentre tentavano di scassinare il finestrino di un'auto. L'intera famiglia in trasferta da Merì, vicino Barcellona, è stata sorpresa da un poliziotto libero dal servizio, intenta a scassinare una delle tante auto parcheggiate. I tre avevano già mandato in frantumi il finestrino dell'auto presa di mira e prelevato velocemente gli oggetti di valore che vi erano. Poi la fuga, inseguiti dallo stesso agente e dai poliziotti del Commissariato di pubblica sicurezza di Patti subito sopraggiunti. Sono stati bloccati e arrestati poco dopo, con a bordo gli attrezzi, circa mille euro con alcune banconote di valuta straniera, la refurtiva appena trafugata e altri oggetti poi riconosciuti da altre vittime che nella stessa giornata ne avevano denunciato il furto a bordo delle rispettive auto parcheggiate lungo il litorale. In carcere sono finiti Antonino Trovatello, 49 anni, Tindara Cannavò, 39 anni, e il figlio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: