home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Regione, Uil Sicilia: «No al Formez e nuove assunzioni. Prima ricognizione del personale interno»

Il sindacato sulla possibilità paventata dal presidente Musumeci di reclutare nuovi assunti, seppur con contratti a tempo determinato, per rimpolpare l'Autorità di gestione sulla spesa dei fondi Ue

Regione, Uil Sicilia:  «No al Formez e nuove assunzioni. Prima ricognizione del personale interno»

Palermo - Sulla possibilità paventata dal presidente della Regione Nello Musumeci di rimpolpare l'Autorità di gestione sulla spesa dei fondi Ue con nuovo personale, dicono la loro i sindacalisti della Uil Sicilia,  Gianni Borrelli e Luca Crimi:  “Prima di affidare al Formez la selezione del personale esterno per rafforzare i dipartimenti che si occupano di fondi europei, il governo Musumeci dovrebbe avviare una ricognizione del personale interno, che di certo vanta migliaia di professionalità”. Borrelli e Crimi ricordano che, ancora oggi, “non esiste una mappatura aggiornata con i reali carichi di lavoro assegnati ai dipendenti regionali e delle partecipate. Mappatura che è stata commissionata dalla Regione proprio al Formez”. E continuano: “Prima di avviare nuove assunzioni e creare conflitti d’interesse sarebbe meglio valutare le professionalità che già esistono e che conoscono le procedure. Noi siamo disponibili ad aprire un confronto e ad avviare queste verifiche. Non vorremmo che per accelerare, la Regione finisse su un binario morto. Siamo in ritardo nella spesa dei fondi europei, non si perda altro tempo”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa